1.Il Tawhid Ar-Rububiyyah (Tawhid della Signoria di Allah)

Site Team

Linguisticamente, Tawhid [1] è una parola derivata dalla radice del verbo arabo: wahhada/yuwahhidu, che significa rendere qualcosa uno. Ciò si realizza mediante una negazione ed un'affermazione, si nega una tale caratteristica a qualsiasi altra cosa/essere, e si afferma soltanto per quella tale cosa che viene individuata.

Per esempio, diciamo che l'umanità non soddisferà il concetto di Tawhid a meno che e finché si testimoni che niente e nessunomerita culto tranne Allah(gloria a Lui ľAltisssimo). Da ciò, negare qualsiasi diritto di culto a chiunque altro eccetto Allah(gloria a Lui ľAltisssimo), ed affermare esso solo per Allah.

Questo in quanto una negazione equivale ad una assoluta e completa negazione, così come un’affermazione da sola, non limita altri alla compartecipazione.

Dunque, se si dovesse dire: "Tizio è in piedi", allora si afferma che egli è effettivamente in piedi ma non lo si individua da solo, limitando questa azione soltanto a lui in quanto sarebbe possibile, basandoci solo su questa frase, che anche qualcun altro potrebbe essere in piedi. Allo stesso modo, se si dovesse dire: "Nessuno è in piedi",l'azione di levarsi in piedi allora sarebbe stata totalmente negata per tutti.

Tuttavia, se si dice: "Nessuno è in piedi, tranne Zayd", allora si individua solo Zayd nel levarsi in piedi, negando che altri abbiano compiuto questa stessa azione.

Questa è la vera realizzazione del Tawhid. Il che significa che il Tawhid non si realizzase non attraverso un’affermazione e una negazione.

Questo è il significato vero del Tawhid: individuare Allah in tutti gli atti di culto e abbandonare il culto di qualsiasi altra cosa.

 

Riguardo alle categorie del Tawhid che appartengono ad Allah, tutte rientrano sotto la definizione generale del Tawhid come individuare Allah (gloria a Lui ľAltisssimo) in tutti gli atti di culto e abbandonare il culto di qualsiasi altra cosa.

 

Le categorie di Tawhid, come menzionate dagli Studiosi di Scienza Islamica, sono tre:

 

1.Il Tawhid ar-Rububiyyah (L'Unicità della Signoria di Allah )

 

 

2.Il Tawhid al-Uluhiyyah (L'Unicità del diritto esclusivo del culto ad Allah)

 

 

3.Il Tawhid al-Asma was-Sifat (L'Unicità dei Nomi e degli Attributi di Allah)

 

I Sapienti sono arrivati a tale categorizzazione studiando ed esaminando i versetti del Corano e gli Ahadith. Essi hanno anche rilevato che tutte le forme del Tawhid rientrano in una di queste tre categorie.

 

Il Tawhid ar-Rububiyyahconsiste nell’individuare Allah Solo come Creatore (di ogni cosa), Padrone (di tutto), e Controllore (di tutto). La spiegazione dettagliata è la seguente.

In primo luogo, Allah (gloria a Lui ľAltisssimo) è il Creatore e tranne Lui non vi è alcun altro creatore. Allah(gloriaa Lui ľAltisssimo)dice quel che può essere tradotto come:"All'infuori di Lui c'è forse un creatore che vi nutra dal cieloe dalla terra? Non c'è altro dio all'infuori di Lui."(Corano, Interpretazione del significato, Sura XXXV, Fâtir, Il Creatore, v.3)

Ed Egli, chiarendo la falsità degli idoli dei miscredenti, dice:"Colui che crea è forse uguale a chi non crea affatto? Nonriflettete dunque?”(Corano, Interpretazione del significato, Sura XVI, An-Nahl, Le Api, v.17)

Così Allah Solo è l'unico Creatore. Egli ha creato tutto,predestinando la creazione prima della sua relativa esistenza. La Suacreazione include ciò che Egli Stesso ha fatto tramite le Sueproprie azioni e comprende anche le azioni delle creature. Per questo motivo, per completare  la Fede (Iman) nelDecreto Divino (Qadr), si deve credere che Allah sia il Creatore delleazioni dei servi, come Egli (gloria a Lui ľAltisssimo), ha detto:"Mentre è Allah che vi ha creati, voi e ciò che fabbricate"(Corano, Interpretazione del significato, Sura XXXVII, As-Sâffât, I Ranghi, v.96)

Per comprendere questo, si tenga presente che le azioni del servofanno parte delle sue caratteristiche. Dato che il servo è unacreatura di Allah, Allah è il suo Creatore ed il Creatore dellesue caratteristiche pure. Questo potrebbe anche essere inteso dalpunto di vista che le azioni del servo sono il risultato di una suadecisione e della capacità, invece entrambe queste caratteristiche(del servo) sono create da Allah(gloria a Lui ľAltisssimo). Quindi ilcreatore della causa è anche il creatore del risultato.

Domanda:

Come possiamo combinare tra l'individuazione di Allah Solo come Creatore, ed il fatto che l'attodel creare èstato attribuito anche ad altri oltre ad Allah, come ilseguente versetto indica:“Sia benedetto Allah, il Migliore dei creatori!”(Corano, Interpretazione del significato, Sura XXIII, Al-Mu'minûn, I Credenti, v.14)

E questo inoltre è indicato dalla dichiarazione del Profeta, (che la pace ele benedizioni di Allah siano su di lui), riguardo coloro che creano immagini (diesseri umani):"Sarà detto a loro (nel Giorno della Resurrezione):’Date vitaa ciò che avete creato!’"

Risposta:

La risposta a questa domanda è che nessun altro tranne Allah puòcreare dal nulla, così come crea Lui. Gli uomini non sono in grado di introdurrequalcosa nell'esistenza dal nulla, né possono riportare in vita i morti.La "creazione" di qualcun altro che di Allah, è solo un’invenzione, una modifica o una conversione di qualcosa da un stato ad un altro, ma parte tuttaviada una creazione di Allah(gloria a Lui ľAltisssimo), e dinessun altro tranne Lui.

Quindi, un creatore di immagini, peresempio, quando crea un'immagine, non starealmente introducendo qualcosa nell'esistenza. Piuttosto, il massimo chepuò fare, è convertire qualcosa da uno stato ad un altro, come adesempio modificare l'argilla ad immagine di uccello ocammello. Così come si può convertire una tenda bianca in una colorata, semplicemente dipingendola. Tuttavia, l’argilla, l’uccello o altro citato,sono originariamente creazioni di Allah.Questa è la differenza tra l'atto di creare,di cui solo Allah è capace, ela creazione/invenzione attribuita alle creature. Comprendendo questo, allora si comprende appienol'Unicità di Allah, nell'atto della creazione che è Sua specificità.

In secondo luogo, per quanto riguarda l'Unicità di Allah riguardo ilpossesso e il dominio: Allah è l'unico Proprietario assoluto di tutto.Egli (gloria a Lui ľAltisssimo) dice:"Benedetto Colui nella Cui mano è la sovranità, Egli èonnipotente". (Corano, Interpretazione del significato, Sura LXVII, Al-Mulk, La Sovranità, v.1)

Ed Egli dice:

“Di': Chi [tiene] nella Sua mano il regno di tutte le cose? Chiè Colui che protegge e contro il Quale nessuno può essereprotetto?"(Corano, Interpretazione del significato, Sura XXIII, Al-Mu'minûn, I Credenti, v.88)

Dunque, il Proprietario ed il vero ed assoluto Re è Allah Solo (gloria a Lui ľAltisssimo). Attribuire la proprietà ad altri, oltre ad Allah, è associare queste cose alle creature. Allah, (gloria a Lui ľAltisssimo), ha affermato questo tipo di proprietà nella sua dichiarazione:

“...o in [altre] case di cui possediate le chiavi”. (Corano, Interpretazione del significato, Sura XXIV, An-Nûr, La Luce, v.61)

E nel versetto:

“…eccetto con le loro spose e con schiave che possiedono”. ?" (Corano, Interpretazione del significato, Sura XXIII, Al-Mu'minûn, I Credenti, v.6)

E vi sono altri testi che dimostrano che anche altri oltre ad Allah hanno un senso di possesso o di proprietà. Tuttavia, questo possesso non è simile alla proprietà di Allah. Si tratta di un possesso limitato e specifico a qualcuno. Per esempio, una specifica casa che possiede Zayd, non può essere in possesso di Amr e viceversa. Ma tale proprietà è limitata in quanto le persone non sono autorizzate a fare tutto ciò che desiderano con i loro beni o con ciò che possiedono eccetto quelle che Allah permette loro. Per questo motivo, il Profeta (che la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) ha vietato lo spreco di denaro ed Allah dice: “Non date in mano agli incapaci i beni che Allah vi ha concesso per la sopravvivenza”. (Corano, Interpretazione del significato, Sura IV, An-Nisâ' Le Donne, v.5)

Ciò dimostra che i beni delle persone si basano su una proprietà ristretta e limitata. Al contrario, la proprietà di Allah (gloria a Lui ľAltisssimo) è una proprietà assoluta e completa. Allah fa con questo ciò che vuole; Egli non sarà interrogato su ciò, ma loro saranno interrogati.

In terzo luogo, per quanto riguarda il controllo di tutte lequestioni, Allah (gloria a Lui ľAltisssimo) è l'Unico che possa svolgere tale compito. Egli è Colui che controlla tutte le questioni dellecreature. Controlla i cieli e la terra, come Egli (gloria a Lui ľAltisssimo) dice:“A Lui appartengono la creazione e l'ordine. Benedetto èAllah, Signore dei mondi!”(Corano, Interpretazione del significato, Sura VII, Al-A'râf, v.54)

Ciò è un controllo completo e comprensivo di tutto; niente enessuno può impedire od opporsi alla Sua decisione. Quanto alcontrollo delle creature, come ad esempio l'uomo che controlla lapropria ricchezza o i propri figli o quelli che sono nel suo servizio, è un tipo di controlloristretto e limitato. Da questo, diventa chiara la veridicità e la precisione della nostra definizione che il Tawhid ar-Rububiyyah è quello di individuareAllah Solo come capace di creare (tutto dal nulla) , possedere (tutto) e controllare (tutto).

 

[1] Nota del Revisore:

Dal punto di vista linguistico, la parola Tawhid deriva dalla parola wah-hada che indica rendere qualcosa wahid (unico). Va precisato che wahid è l’opposto o il contrario di due, tre, e così via, cioè l'opposto di pluralità. Dunquewahid è qualcosa che continuerà ad essere unico e non diventerà mai un partner di qualcos'altro.

Shaykh Salih ibn 'Abdillah Al-Fawzan, Durus min Al-Qur'an Al-Karim

Related Articles with 1.Il Tawhid Ar-Rububiyyah (Tawhid della Signoria di Allah)