Caratteristiche interne: il messaggio centrale

Site Team

Siccome esiste Un Unico Vero Dio, è ovvio che tutta la creazione deve esclusivamente a Lui la propria esistenza e che i bisogni di tutte le creature sono assolti, in ultima istanza, solo da Lui. Quindi cercare aiuto da altri che Lui è inutile, poiché Dio domina e controlla ogni cosa esistente. La vera religione di Dio deve confermare ed avere come suo messaggio centrale che solo Dio può essere adorato. La religione che afferma di essere l’unica vera religione deve insegnare agli esseri umani ad adorare esclusivamente Dio e non adorare nulla della Sua creazione, in quanto qualunque cosa all’infuori di Dio è senza dubbio parte della Sua creazione. Non vi è essere umano, animale, pianta o cosa che meriti di essere adorata, giacché nulla e nessuno fra loro sono in grado di aiutare gli altri per propria capacità. In definitiva, nulla può beneficiare la creazione senza il permesso di Dio, il Creatore. Pertanto l’essenza della relazione tra gli esseri umani e Dio dovrebbe basarsi sulla Sua adorazione esclusiva. E’ solo l’Islam che ordina alla gente di adorare esclusivamente Dio, tanto in teoria quanto in pratica. Solo l’Islam preserva l’Unicità di Dio, sia nella Scrittura che negli atti di culto.


Al contrario, il Cristianesimo invita all’esclusiva adorazione di Dio solo in teoria.  Ad esempio, nel Vangelo secondo Luca 3:8, è riportato che il diavolo abbia chiesto a Gesù di adorarlo, promettendogli potere e gloria in tutti i regni di questo mondo: “E Gesù gli rispose: E’ scritto, adorerai il Signore tuo Dio, e servirai Lui Solo’”.  Dunque l’essenza del messaggio di Gesù è che Dio Solo merita di essere adorato e che il culto di chiunque altro o qualunque altra cosa all’infuori di Lui è falso. Tuttavia, questo semplice, chiaro messaggio è andato perso con la trasformazione degli insegnamenti unitari di Gesù in una filosofia trinitaria, avvenuta in Grecia e a Roma. Gesù venne così elevato allo stato di “Dio, il Figlio” che condivide la divinità con “Dio, il Padre” e “Dio, lo Spirito santo”.  Di più, Gesù venne dichiarato “Dio incarnato”. Idoli vennero costruiti per simbolizzare la sua pretesa crocifissione ed egli divenne il più popolare oggetto di culto tra le masse cristiane attraverso le epoche.


Analogamente nell’Induismo, secondo le Upanishads, Puranas, Vedae la Bhagavad Gita, c’è un Unico assoluto Dio, Brahman, che è “senza un secondo”.  Tuttavia, Brahman si manifesta come “Brahma” (generatore), “Vishnu” (organizzatore) e “Shiva” (distruttore), e da Vishnu derivano gli “Avatar” (le incarnazioni di Brahman in ogni epoca), tutti adorati dagli Indù come Dio in ogni cosa, attraverso numerosissimi idoli.

Related Articles with Caratteristiche interne: il messaggio centrale