Come è possibile conciliare tra la predestinazione divina e il libero arbitrio

Site Team

 


6- Come si riconciliano la dottrina della predestinazione divina ed il libero arbitrio

 

Allah ha creato l’uomo e le sue azioni dotandolo di volontà e capacità: l’uomo quindi è l’autore effettivo delle proprie azioni che dipendono direttamente dalle sue scelte. Se crede, è per sua volontà e, se rifiuta di credere, è sempre per sua volontà e volere.

Allah, che sia Esaltato, è il Creatore di tutte le cose e nulla accade nell’Universo senza il Suo Volere. Egli conosce quello che accadrà ed Egli ha decreatato tutto e lo ha scritto nel Libro 50000 anni prima che Egli creasse i cieli e la terra, come si afferma in una narrazione sahih, cioèautentica, dal nostro Profeta (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui). Egli è il Giusto e non tratta con ingiustizia nessuno, in quanto Egli èindependente dalla Sua creazione e non ho bisogno di essa. Egli è il PiùGentile e Misericordioso verso la Sua creazione.

Questo principio ha svariate prove nel Corano e nella Sunnah, tali quali i seguenti versi:

Allah l’Altissimo dice: “Ogni cosa creammo con Qadar (preordinamento divino) […]” (Traduzione del significato del Corano, Sura LIV, Al-Qamar, La Luna, versetto 49)

“Mentre è Allah che vi ha creati, voi e ciò che fabbricate” (Traduzione del significato del Corano, Sura XXXVII, As-Sâffât, I Ranghi, versetto 96)

“Non sopravviene sventura né alla terra né a voi stessi, che già non sia scritta in un Libro prima ancora che [Noi] la produciamo; in verità ciò è facile per Allah.” (Traduzione del significato del Corano, Sura LVII, Al-Hadîd, Il Ferro, versetto 22)

Ed il Profeta (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) ha detto: “Allah ha ordinato i decreti della creazione 50000 anni prima che Egli crease i cieli e la terra. Egli disse: ‘E il Suo Trono è sull’acqua.’” (Hadith narrato da Muslim, 2653)

L’uomo possiede libero arbitrio in quanto egli sceglie di fare delle cose e di astenersi da altre, egli crede o non crede, egli obbedisce o disobbedisce, per tali scelte egli dovrà rendere conto e verrà ricompensato oppure punito, sebbene Allah sappia già quello che farà, quello che sceglierà e quale sarà il suo ultimo destino. Ma Allah non lo forza a compiere il male oppure a scegliere il kufr, piuttosto Egli gli mostra chiaramente il sentiero ed Egli ha inviato dei Messggeri e ha rivelato le Sacre Scritture per palesargli quale sia la retta via. Chiunque si perda, lo fa a propria perdita.

Allah dice: Di': “La verità [proviene] dal vostro Signore: creda chi vuole e chi vuole neghi” (Traduzione del significato del Corano, Sura XVIII, Al-Kahf, La Caverna, versetto 29)

Dice anche:

“Chi invece sarà stato generoso e timorato ed avrà attestato la verità e la cosa più bella [1], faciliteremo per lui (la strada verso) il facile [2]. A chi invece sarà stato avaro, avrà creduto di bastare a sé stesso ed avrà tacciato di menzogna la cosa più bella, faciliteremo per lui (la strada verso) il difficile [3]” (Traduzione del significato del Corano, Sura XCII, Al-Layl, La Notte, versetti 5-10).

Dunque per sintetizzare,  il fatto che Allah sia il Creatore e Che Egli abbia decretato già tutte le cose e che abbia distinto coloro che sono benedetti da coloro che sono condannati, non significa che Allah forzi i Suoi servi ad obbedirgli o a disobbedergli. Egli ha donato a tutti la capacità di scegliere liberamente ed il libero arbitrio, che è ciò con cui gli individui agiscono e quello per cui dovranno rendere conto.

--------------------------------------------------------------------------------

[1]“la cosa più bella”: alcuni hanno detto che sia la professione di fede nel Dio Unico, altri hanno detto che si tratta del Paradiso, altri ancora che si tratta della preghiera, della zakah e del digiuno.

 

[2]“il facile”: renderemo facile per lui fare il bene.

 

[3]“il difficile”: odierà fare il bene e sarà portato verso il male.


 

 

Related Articles with Come è possibile conciliare tra la predestinazione divina e il libero arbitrio