Fino alla venuta di Shiloh

Site Team

Fino alla venuta di Shiloh

Questo era un messaggio di Giacobbe ai suoi figli prima di morire: Quindi Giacobbe chiamò i suoi figliuoli e disse: “Adunatevi che voglio annunziarvi ciò che vi accadrà nei tempi che verranno” (Genesi 49:1) “Non sarà tolto lo scettro da Giuda, né il bastone del comando di tra i suoi piedi, finché non venga Shiloh, al quale appartiene e verso di lui sarà l’obbedienza dei popoli” (Genesi 49:10) Shiloh è il nome di una città, ma il suo vero significato è pace, tranquillità, riposo, cioè “Islâ” (in arabo). Questa parola non può essere riferita ad una città in questo contesto; ma se Shiloh viene riferita ad una persona, potrebbe essere una forma corrotta di “Shaluah” (Elohim), cioèMessaggero (di Allah). Quindi la stirpe profetica israelita secondo la discendenza di Isacco si sarebbe fermata con la venuta di Shiloh. Questo corrisponde a quanto dice il Corano: Forse eravate presenti quando la morte si presentò a Giacobbe ed egli disse ai suoi figli: “Chi adorerete dopo di me?”. Risposero: “Adoreremo la tua divinità, la divinità dei tuoi padri Abramo e Ismaele e Isacco, il Dio Unico al Quale saremo sottomessi” (Corano II. Al-Baqara, 133) Il passaggio della missione profetica ad un‟altra nazione fu minacciato in Geremia: Se venissero a cessare queste leggi dinanzi a me, dice il Signore, anche la stirpe di Israele cesserà d’essere un popolo dinanzi a me, per sempre (Geremia 31:36) Anche Gesù accennò a questo nel Vangelo secondo Matteo: Per questo vi dico: vi sarà tolto il Regno di Dio e sarà dato ad una nazione che ne produca frutti (Matteo 21:43)

Related Articles with Fino alla venuta di Shiloh