Gesù fu crocifisso?

Site Team

Gesù fu crocifisso?

M Il Sublime Corano afferma che Gesù non fu crocifisso: E (gli Ebrei) dissero: “Abbiamo ucciso il Messia, Gesù figlio di Maria, il Messaggero di Allah!”. Invece non l’hanno né ucciso ne crocifisso, ma così parve loro” (Corano IV. An-Nisâ‟, 157) Lei crede ancora che morì sulla croce? C Sì, morì, e poi risorse. M Noi tutti concordiamo che nessuno vide il momento in cui avvenne la resurrezione. Essi trovarono il sepolcro di Gesù vuoto e conclusero che era risorto, poiché i discepoli ed altri testimoni lo videro vivo dopo la presunta crocifissione. Non potrebbe essere come dice il Corano, che egli non morì sulla croce? C – Allora dov‟è la prova? M Vediamo alcuni passaggi della Bibbia che supportano questa tesi. Lei dà più peso alle parole di Gesù o ai “sentito dire” dei discepoli, apostoli o altri testimoni? C La testimonianza di Gesù è certamente superiore. M Questo concorda con ciò che Gesù disse secondo quanto è riportato da Matteo: Il discepolo non è superiore al maestro, né il servo superiore al suo padrone (Matteo 10:24) C Ma Gesù stesso disse che egli sarebbe rinato dalla morte, nel Vangelo secondo Luca: E (Gesù) disse loro: “Così sta scritto, che il Cristo avrebbe sofferto e sarebbe resuscitato dai morti il terzo giorno” (Luca 24:46) M La sofferenza è spesso resa in modo esagerato nella Bibbia, è chiamata anche “morte”, come disse Paolo nella Lettera ai Corinzi: Tutti i giorni io muoio (cioè io soffro tutti i giorni), ve lo giuro per la gloria che voi siete per me in Cristo (I Corinzi 15:31) Qui ci sono alcune prove: 1) Sulla croce, secondo i Vangeli, Gesù implorò Dio di aiutarlo: Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato? (Matteo 27:46)

 

 

 

Inoltre: Padre, se vuoi allontana da me questo calice, però non la mia, ma la Tua volontà sia fatta!” (Luca 22:42) (questo calice è il calice della morte) 2) La preghiera di Gesù di non morire sulla croce fu accettata da Dio, secondo Luca, Ebrei e Giacomo. Quindi come potrebbe essere morto sulla croce? Gli apparver quindi un Angelo dal cielo per confortarlo (Luca 22:42) Significa che un Angelo gli assicurò che Dio non lo avrebbe lasciato senza il Suo aiuto. E Gesù, nei giorni della sua carne, avendo offerto preghiere e suppliche a Colui Che poteva salvarlo dalla morte, insieme a forte grido e lacrime, fu esaudito per la sua pietà (Ebrei 5:7) Le preghiere di Gesù furono ascoltate, il che significa che ricevettero risposta positiva da Dio. ...La preghiera fervente del giusto ha una grande efficacia (Giacomo 5:16) Gesù stesso disse: Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto. Poiché chiunque chiede, riceve, chi cerca trova, e a chi bussa, verrà aperto. E qual è quell’uomo fra voi che darà una pietra a suo figlio che gli chiede del pane? O se chiede un pesce, gli dia una serpe? (Matteo 7:7-10) Se dunque tutte le preghiere di Gesù furono accettate, compresa quella di non morire sulla croce, come potrebbe poi essere morto sulla croce? 3) Le sue gambe non furono spezzate dai soldati romani, secondo il Vangelo di Giovanni: I soldati dunque andarono e ruppero le gambe al primo e all’altro che erano stati crocifissi con lui. Quando fu la volta di Gesù, vedendo che era già morto, non gli ruppero le gambe (Giovanni 19:32-33) Si può fare affidamento sulla testimonianza di questi soldati, riguardo alla sua morte, oppure essi vollero salvare Gesù poiché lo ritenevano innocente?

 

 

 

4) Se Gesù fosse morto sulla croce, il suo sangue si sarebbe raggrumato, e non avrebbe potuto sgorgare fuori dal suo corpo quando il suo fianco fu trafitto. Ma il Vangelo dice che sangue e acqua uscirono, secondo Giovanni: Ma uno dei soldati con una lancia gli aprì il costato e subito ne uscì sangue e acqua (Giovanni 19:34) 5) Quando i Farisei chiesero a Gesù un segno della sua vera missione egli rispose, secondo il Vangelo: Infatti, come Giona stette tre giorni e tre notti nel ventre del pesce, così il figlio dell’uomo starà tre giorni e tre notti nel cuore della terra (Matteo 12:40) Trascuri ora il fattore tempo, poiché non si tratta di tre giorni e tre notti, bensì un giorno (sabato,la giornata soltanto) e due notti (venerdì notte e sabato notte)... Giona era vivo nel ventre della balena? C Sì. M E Giona era ancora vivo quando fu vomitato fuori dal ventre della balena? C Sì. M Allora Gesù era ancora vivo come aveva profetizzato. 6) Gesù stesso affermò che egli non era morto sulla croce, domenica mattina presto, quando Maria Maddalena si recò al sepolcro, che era vuoto. Ella vide qualcuno in piedi che sembrava un giardiniere. Ella riconobbe in lui Gesù e voleva toccarlo. Gesù disse: “Non mi toccare: ancorainfatti non sono asceso al Padre” (Giovanni 20:17) “Non sono ancora asceso al Padre” significa che egli era ancora vivo, non era morto, poiché se qualcuno muore, ritorna al Creatore... Questa è la prova più forte offerta da Gesù stesso. 7) Dopo la presunta crocifissione, i discepoli pensarono che egli non fosse più un mortale,bensì uno spirito, poiché i corpi risorti sono spiriti. C Un momento, come può essere sicuro chei corpi risorti siano resi spiriti M Questo è ciò che Gesù stesso disse, secondo la Bibbia: che essi sono uguali agli Angeli. C Dove, nella Bibbia?

 

 

 

 

M Nel Vangelo di Luca: Gesù rispose loro: “I figli di questo mondo prendono moglie e prendono marito, ma coloro che saranno giudicati degni di prendere parte all’altro mondo, e alla resurrezione dei morti, non prenderanno né moglie né marito. Non possono infatti più morire, poiché sono uguali agli Angeli e sono figli di Dio essendo figli della resurrezione (Luca 20:34-36) Quindi Gesù li convinse lasciando che essi toccassero le sue mani e i suoi piedi, per mostrare loro che era la stessa persona. Poiché essi ancora non gli credevano, chiese del cibo per mostrare loro che egli ancora mangiava come ogni altro vivente. Legga Luca 24:36-43. C – Mentre (i discepoli) parlavano di queste cose, Gesù apparve in mezzo a loro e disse: “Pace a voi!”. Essi sbigottiti e pieni di timore credevano di vedere uno spirito. Ma egli disse loro: “Perché siete così turbati? E perché dei ragionamenti sorgono nei vostri cuori? Guardate le mie mani e i miei piedi: sono proprio io! Palpatemi e osservate! Uno spirito, infatti, non ha carne e ossa come vedete che ho io”. E dicendo questo, mostrò loro le sue mani e i suoi piedi. Ma poiché nella loro gioia esitavano ancora a credere ed erano pieni di meraviglia, chiese loro: “Avete qui qualcosa da mangiare?”. Essi gli presentarono del pesce arrostito. Egli ne prese e ne mangiò alla loro presenza (Luca 24:36-43) 8) Se lei crede ancora che egli morì sulla croce, in questo caso Gesù sarebbe stato un falso profeta e maledetto da Dio (che Allah ci protegga da ciò!), secondo questo passaggio del Deuteronomio: Quel Profeta o sognatore sia messo a morte (Deuteronomio 13:6) Quando uno avrà commesso un delitto passibile di morte, e viene messo a morte, lo appenderai a un albero. Il suo cadavere non rimarrà tutta la notte sull'albero, ma lo seppellirai senza indugio lo stesso giorno, perché il cadavere appeso è maledetto da Dio, e tu non contaminerai la terra che il Signore, il tuo Dio, ti dà come eredità (Deuteronomio 21:22-23) Credere alla morte di Gesù sulla croce significa gettare discredito sulla sua missione profetica.

 

 

 

 

I Giudei sostennero di aver ucciso Gesù sulla croce e di conseguenza lo dipinsero come un uomo falso quando sosteneva di essere un Profeta. I Cristiani credono che la crocifissione sia necessaria per la loro redenzione dal peccato e di conseguenza devono accettare anche che Gesù sia definito “una maledizione”. Questa credenza cristiana èl‟pposto dell‟nsegnamento della Bibbia contenuto in Osea: Poiché gradisco la pietà e non il sacrificio, la conoscenza di Iddio più degli olocausti (Osea 6:6) È l‟opposto anche degli insegnamenti di Gesù stesso come si legge nel Vangelo secondo Matteo: Andate dunque e imparate che cosa significa: misericordia voglio e non sacrificio (Matteo 9:13) E ancora Gesù disse: Se voi aveste compreso che cosa significa: “misericordia voglio e non sacrificio”, non avreste condannati degli innocenti (Matteo 12:7) C Allora perché la gente crede nella resurrezione? M Fu Paolo che introdusse la dottrina della resurrezione: E alcuni (Ebrei) dicevano: “Che cosa vuol dire questo ciarlatano?”. E altri sentendo che (Paolo) annunciava Gesù e la resurrezione dicevano: “Sembra che sia un banditore di dèi stranieri” (Atti 17:18) Paolo, che non conobbe mai Gesù e neppure lo vide, ammette per altro che la resurrezione era il “suo” Vangelo nella Lettera a Timoteo: Ricordati che Gesù Cristo, nato dalla stirpe di Davide, resuscitò dai morti, secondo il mio Vangelo (II Timoteo 2:8). Egli fu anche il primo a dichiarare Gesù “figlio di Dio”: e subito egli (Paolo) si mise a predicare Gesù, che egli è il figlio di Iddio (Atti 9:20) Quindi il Cristianesimo non è basato sull‟insegnamento di Gesù, ma di Paolo. C Ma Marco dice che Gesù fu elevato in Paradiso e sedette alla destra di Dio:

 

 

 

Il Signore Gesù, dunque, dopo aver loro parlato, fu assunto al cielo e siede alla destra di Dio (Marco 16:19) M Come le ho già detto nella nostra discussione della Sacra Bibbia, i versetti (16:9-20) del Vangelo di Marco sono stati eliminati da molte Bibbie. Se lei ancora crede che Gesù sia divino perché assunto al cielo, come mai non accetta che altri Profeti siano divini, dato che anch‟essi furono assunti al cielo? C E chi furono? M Leggiamo in II Re: ...Ed Elia salì al cielo in un turbine. Ed Eliseo lo vide e gridò... poi non lo vide più (II Re 2:11-12) Anche Enoch fu portato da Dio in Paradiso secondo la Genesi: Ed Enoch camminò davanti a Dio, poi non fu più veduto, perché Iddio lo prese (Genesi 5:24) Questo è anche ripetuto in Ebrei 11:5: Per fede Enoc fu rapito perché non vedesse la morte; e non fu più trovato, perché Dio lo aveva portato via; infatti prima che fosse portato via ebbe la testimonianza di essere stato gradito a Dio (Ebrei 11:5)

Related Articles with Gesù fu crocifisso?