I Libri Celesti di cui è fatta Menzione nel Corano e nella Sunnah

Site Team

 


6 - I Libri Celesti di cui è fatta menzione nel Corano e nella Sunnah

 

1- Il Nobile Corano

 

È la parola di Allah discesa sul profeta Muhammad (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui), sigillo di tutti i Profeti ed Inviati. Esso è l’ultimo dei Libri Rivelati che Allah ha salvaguardato da ogni alterazione e cambiamento ed ha abrogato tutti i Libri che lo hanno preceduto. Allah l’Altissimo dice:

“Invero, Noi abbiamo fatto scendere il Dhikr (Il Corano) e certamente Noi ne siamo i custodi (contro la corruzione).”(Traduzione del significato del Corano, Sura XV, Al-Hijr, v. 9)

 

Dice anche:

 

“E su di te abbiamo fatto scendere il Libro con la Verità a conferma della Scrittura che era discesa in precedenza e “custode” di quanto è in essa (contenuto). Allora, giudica tra loro secondo quello che Allah ha fatto discendere” (Traduzione del significato del Corano, Sura V, Al-Mâ'ida, La Tavola Imbandita,v. 48).

 

•La Torah

 

È il Libro che Allah ha fatto discendere su Mosè (su di lui la pace); essa era una guida ed una luce attraverso cui la gente di Israele ed i loro sapienti governavano. Tuttavia, la Torah in cui si deve credere è quella che fu rivelata al Profeta Mosé e non quella attuale alterata che è attualmente nelle mani degli Ebrei e dei Cristiani. Allah l’Altissimo dice:

“Facemmo scendere la Torâh, fonte di guida e di luce. Con essa giudicavano tra i giudei, i profeti sottomessi ad Allah, e i rabbini e i dottori: [giudicavano] in base a quella parte dei precetti di Allah che era stata loro affidata ” (Traduzione del significato del Corano, Sura V, Al-Mâ'ida, La Tavola Imbandita,v.44).

 

•Il Vangelo

 

È il Libro che Allah ha fatto discendere a Gesù (su di lui la pace) con la Verità, a conferma dei Libri Celesti che lo avevano preceduto. Il Vangelo in cui è obbligatorio credere è il Libro che fu rivelato da Allah a Gesù (su di lui la pace) nella sua forma originale e non quelli alterati che sono attualmente nelle mani dei Cristiani. Allah l’Altissimo dice:

“E facemmo camminare sulle loro orme Gesù, figlio di Maria, per confermare la Torah che discese prima di lui. Gli demmo il Vangelo, in cui vi è guida e luce, a conferma della Torah che era discesa precedentemente, guida e monito per i timorati” (Traduzione del significato del Corano, Sura V, Al-Mâ'ida, La Tavola Imbandita, v.46).

Tra le informazioni che la Torah ed il Vangelo contenevano c’era l’annuncio della missione del Profeta Muhammad (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui).

Allah l’Altissimo dice:

“A coloro che seguono l’Inviato, il Profeta illetterato che trovano (chiaramente) menzionato presso di loro nella Torah e nel Vangelo, colui che ordina le buone consuetudini e proibisce ciò che è riprovevole, che dichiara lecito le cose buone e vieta quelle cattive, che li libera del loro fardello e dei legami che li opprimevano”(Traduzione del significato del Corano, Sura VII, Al-A'râfv.157).

 

•I Salmi

 

È il  Libro che Allah ha fatto discendere al profeta Davide (su di lui la pace). I Salmi nel quale si deve aver fede è quello rivelato al Profeta Davide e non quello alterato dagli Ebrei. Allah l’Altissimo dice:

“In verità abbiamo dato a Davide i Salmi” (Traduzione del significato del Corano, Sura IV, An-Nisâ', Le Donne, v.163).

 

 

•I Fogli di Abramo e Mosè

 

Sono le Scritture date ad Abramo e Mosè (su di loro la pace). Tali fogli sono andati perduti e non si sa nulla a loro proposito tranne ciò che ritroviamo nel Corano e nella Sunnah.

Allah l’Altissimo dice:

“Non è stato forse informato di quello che contengono i Fogli di Mosè e quelli di Abramo che assolse fedelmente (a quello che gli era stato ordinato): che nessuno porterà il fardello di un altro e che invero l’uomo non ottiene che il (frutto dei) suoi sforzi e che il suo sforzo gli sarà presentato (nell’Altra Vita) e gli sarà dato pieno compenso” (Traduzione del significato del Corano, Sura LIII, An-Najm, La Stella, vv. 36-41)

 

Egli dice anche:

“Ma preferite la vita terrena quando poi l’altra è migliore e più duratura. In verità ciò è nei Fogli Antichi, i Fogli di Abramo e di Mosè” (Traduzione del significato del Corano, Sura LXXXVII, Al-A'lâ, L'Altissimo, vv.16-19).

 

 

Related Articles with I Libri Celesti di cui è fatta Menzione nel Corano e nella Sunnah