I pilastri della testimonianza: Non c’è divinità all’infuori di Allah.

Site Team

I pilastri della testimonianza: Non c’è divinità all’infuori di Allah.

 

La testimonianza é composta da due pilastri fondamentali:

  • Una negazione “Non c’è un’ altra divinità
  • La forza della Sua Esistenza “all’infuori di Allah

 

Dunque: “Non esiste un’altra divinità” ha negato la divinità a tutti,  e “all’infuori di Allah” che la divinità che spetta solamente ad Allah. Questo modo è conosciuto come al-Qasr, ovvero mettere delle restrizioni o acconciature. È uno stile arabo molto conosciuto, la frase “qasr” unisce due frasi, rinforza un’idea e nega l’altra. È tra gli stili più forti, si tratta di rinforzare un’idea fissandola nella mente di chi l’ascolta, in modo da togliere ogni dubbio o negazione. L’accorciatura nella parola “Unicità”: è una negazione ed nello stesso tempo designa un’eccezione.

 

La testimonianza non c’è divinità all’infuori di Allah la riscontriamo nel sacro corano: “Te noi adoriamo e a Te chiediamo aiuto” (TSC[1]- Sura I, versetto 5), ma anche: “Di': “ Egli è il Compassionevole! Crediamo in Lui e in Lui confidiamo” (TSC- Sura LXVII, versetto 29).

 La tecnica dell’accorciatura in quei due versetti comporta l’inversione grammaticale; nel primo versetto, vi è l’anticipazione del complemento oggetto sull’azione verbale (Te – adoriamo). Mentre nel secondo versetto c’è un’anticipazione della preposizione e del pronome personale sull’azione verbale (in Lui – confidiamo). 

 

È sufficiente pronunciare solo la testimonianza “Non c’è divinità all’infuori di Allah”?[2]:

Come abbiamo visto, il significato della testimonianza è unita alla convinzione che non c’è un altro vero adorato all’infuori di Allah. Non è consentito rivolgere qualsiasi forma di adorazione all’infuori di Allah. Colui che pronuncia questa parola, deve essere cosciente del suo significato, comportandosi con tutto quello che comporta questa parola, quindi negando l’idolatria e confermando l’Unicità di Allah, e quindi credere fermamente in tutto ciò che comporta la parola e traducendola in atti. Questo è il vero musulmano. Colui invece che la utilizza senza convinzione, non è sincero. Mentre chi nega l’Unicità di Allah è ateo e miscredente anche se pronuncia questa parola oralmente. 



[1]TSC= traduzione del significato del Corano. Questa è la traduzione del significato concordato fino adesso del versetto indicato nella Sura. La lettura della traduzione del significato del Corano, con qualsiasi lingua, non può sostituire mai la sua lettura in lingua araba; poiché questa è la lingua in cui è stato rivelato.

[2]Vedi. Tayssir AL Aziz Al Hamid p: 74-80

Related Articles with I pilastri della testimonianza: Non c’è divinità all’infuori di Allah.