I tipi di paura

Site Team

I tipi di paura: 

1. la paura segreta: è la condizione della servitù e l’avvicinarsi ad Allah, ed è quella che detiene colui chf la prova dal peccare per paura che Allah gli mandi povertà, omicidio, ira, privazione di una grazia e simili, con la sua Potenza e Volontà.

Questo tipo di paura non si deve avere se non nei confronti di Allah, e quando si prova è uno dei modi più alti di servitù verso Allah. E uno dei doveri più grandi del cuore. Anzi è uno degli obblighi della adorazione e servitù. Chiunque avesse paura di Allah in questo senso è sincero. E chiunque provasse questa paura per un creatura invece che per il Creatore cadrebbe nel politeismo supremo poiché sta ponendo un eguale ad Allah nella paura. E questo è uguale al credo dei politeisti che si fanno altri dei all’infuori di Allah e provano paura nei loro confronti facendo paura anche ai fedeli. Come fecero la gente di Hùd – Pace su di Lui – di cui Allah raccontò nel Corano che misero paura allo stesso Hùd con i loro dei: “Possiamo solo dire che uno dei nostri dèi ti ha reso folle” (TSC, XI, versetto 54)

Ed è anche questa la condizione di coloro che adorano i mauolsei: essi provano paura dei buoni morti. Anzi temono i demoni, come temono Allah. E forse in maniera ancora più forte. Perciò potrebbero mentire sotto giuramento se questo fosse per Dio, invece se fosse per uno dei loro morti non potrebbero mai mentire. In altri termini, secondo loro un defunto è più degno della  paura che quella per Allah.

Così se qualcuno di queste persone subisce un sopruso, chiede aiuto ai morti. E se invece vorrebbe lui farlo il sopruso, chi lo deve subire, se chiede aiuto ad Allah lo aiuterebbe, mentre se lo chiede al proprietario del mausoleo questo non gli fa niente.

 

 

2. La paura delle minacce di Allah: che promise ai peccatori. Questa paura è una delle condizioni più alte della fede. Ed è diviso in posizioni e gradi e suddivisioni come è stato accennato in precedenza.

 

3.La paura peccaminosa: trascurare la propria lotta interiore, raccomandare il bene, proibire il riprovevole non per altro che per paura degli altri.             

E come la paura della guerra per paura di incontrare il nemico, questa è una paura peccaminosa ma non è proprio come il politeismo.

 

4. La paura naturale: come la paura di una bestia, di un nemico, del crollo di un edificio, dell’affogarsi ecc di stati in cui si ha normalmente paura. Questa paura non è proprio riprovevole. Ed è proprio questo che Allah menzionò di Mosè: “Uscì dalla città, timoroso e guardingo.” (TSC, Sura XX, versetto VIII: 21) e “Mosè ne fu intimorito nell'intimo” (TSC, Sura XX, versetto 67). Questo tipo di paura include anche quella che precede l’incontro col nemico, o di pronunciare un discorso. Questa è paura normale e diventa buona se spinge chi la prova a prepararsi bene e diventa cattiva invece se lo spinge a tirarsi indietro e lasciar perdere.

 

 

5. La paura immaginaria: una paura infondata o che ha un motivo futile. Questa è una paura riprovevole e annovera chi la prova fra i codardi. Il Profeta – PBSL – chiese rifugio in Allah dalla viltà perché è dei vizi. Perciò la buona fede e la giusta dipendenza da Allah sono il più grande aiuto contro questo tipo di paura e riempie il cuore di coraggio. Più forte è la fede in Allah, più sparisce la paura di qualsiasi altro motivo. E viceversa, più debole è la fede in Allah, più forte è la paura degli altri.

 

Perciò la paura nei buoni e forti fedeli si trasforma in sicurezza e serenità vista la forza della loro fede, e la correttezza e la completezza della loro credenza: “Dicevano loro: “Si sono riuniti contro di voi, temeteli”. Ma questo accrebbe la loro fede e dissero: “Allah ci basterà, è il Migliore dei protettori / Ritornarono con la grazia e il favore di Allah, non li colse nessun male” (TSC- Sura III, versetto 173-174).

 

E l’ultima delle nostre invocazione è Grazie a Dio, il Signore dei mondi, Pace sui messaggeri e Pace e Benedizioni sul nostro Profeta Muhammad.

 

Related Articles with I tipi di paura