La Fede in Allah l'Altissimo

Site Team

La Fede in Allah l'Altissimo

 
 
La nostra Dottrina consiste nella Fede in Allah (SWT), nei Suoi Angeli, nei Suoi Libri, nei Suoi Messaggeri, nel Giorno del Giudizio e nel destino buono o cattivo.
Dunque, noi crediamo nella Rubûbiyya3 di Allah, l'Altissimo; ciò significa che Egli è il Signore-Padrone, il Creatore, il Sovrano che si occupa di ogni cosa.
E crediamo nella Ulûhiyya di Allah, l'Altissimo; ciò significa che Egli è la sola vera divinità e che ogni oggetto d'adorazione al di fuori di Lui non è altro che menzogna.
E crediamo nei Suoi Nomi e Attributi; ciò significa che Egli (SWT) possiede i Nomi più belli e gli attributi perfetti della nobiltà.
E crediamo alla Sua unicità in tutto ciò che è stato citato; cioè Egli (SWT) non ha associati né nella Sua Rubûbiyya né nella Sua Ulûhiyya, né nei Suoi Nomi e Attributi.
Allah l'Altissimo dice:
È il Signore dei cieli e della terra e di tutto ciò che vi è frammezzo. AdoraLo dunque e persevera nell'adorazione. Conosci qualcuno che abbia il Suo stesso nome?
Corano XIX. Maryam, 65
E crediamo che Egli (SWT) sia:
Allah! Non c'è altro dio che Lui, il Vivente, l'Assoluto. Non Lo prendon mai sopore né sonno. A Lui appartiene tutto quello che è nei cieli e sulla terra. Chi può intercedere presso di Lui senza il Suo permesso? Egli conosce quello che è davanti a loro e quello che è dietro di loro e, della Sua scienza, essi apprendono solo ciò che Egli vuole. Il Suo Trono è più vasto dei cieli e della terra, e custodirli non Gli costa sforzo alcuno. Egli è l'Altissimo, l'Immenso.
Corano II. Al-Baqara (La Giovenca), 255
E crediamo che:
3 Rubûbiyya: il potere di creare, di provvedere alla sussistenza delle creature, di donare la vita e la morte, di reggere l'universo… Tutto ciò deve essere attribuito ad Allah solo, e bisogna credere che Egli non ha in ciò alcun associato.
 
 
 
 
 
Egli è Allah, Colui all'infuori del Quale non c'è altro dio, il Conoscitore dell'invisibile e del palese. Egli è il Compassionevole, il Misericordioso; Egli è Allah, Colui all'infuori del Quale non c'è altro dio, il Re, il Santo, la Pace, il Fedele, il Custode, l'Eccelso, Colui che costringe al Suo volere, Colui che è cosciente della Sua grandezza. Gloria ad Allah, ben al di là di quanto Gli associano. Egli è Allah, il Creatore, Colui che dà inizio a tutte le cose, Colui che dà forma a tutte le cose. A lui (appartengono) i nomi più belli. Tutto ciò che è nei cieli e sulla terra rende gloria a Lui. Egli è l'Eccelso, il Saggio.
Corano LIX. Al-Hashr (L'Esodo), 22-24
E crediamo che a Lui appartenga la sovranità dei cieli e della terra:
…Egli crea quello che vuole. Concede femmine a chi vuole e, a chi vuole, maschi; oppure concede maschi e femmine insieme e rende sterile chi vuole. In verità Egli è il Sapiente, il Potente.
Corano XLII. Ash-Shûrâ (La Consultazione), 49-50
E crediamo che:
…Niente è simile a Lui. Egli è l'Audiente, Colui che tutto osserva. (Appartengono) a Lui le chiavi dei cieli e della terra. Elargisce generosamente a chi vuole e a chi vuole lesina. In verità Egli è Onnisciente.
Corano XLII. Ash-Shûrâ (La Consultazione), 11-12
E crediamo che:
Non c'è animale sulla terra, cui Allah non provveda il cibo; Egli conosce la sua tana e il suo rifugio, poiché tutto (è scritto) nel Libro chiarissimo
Corano XI. Hûd, 6
E crediamo che:
Egli possiede le chiavi dell'invisibile, che solo Lui conosce. E conosce quello che c'è nella terra e nei mari. Non cade una foglia senza che Egli non ne abbia conoscenza. Non c'è seme nelle tenebre della terra o cosa alcuna verde o secca che non siano (citati) nel Libro chiarissimo.
Corano VI. Al- An'âm (Il Bestiame), 59
E crediamo che:
 
 
 
 
 
In verità la scienza dell'Ora è presso Allah, Colui che fa scendere la pioggia e conosce quello che c'è negli uteri. Nessuno conosce ciò che guadagnerà l'indomani e nessuno conosce la terra in cui morrà. In verità Allah è il Sapiente, il Ben informato.
Corano XXXI. Luqmân, 34
E crediamo che Allah (SWT) parli di ciò che vuole, quando vuole e come vuole:
E Allah parlò direttamente a Mûsâ
Corano IV. An-Nisâ' (Le Donne), 164
E quando Mûsâ venne al Nostro luogo di convegno, e il suo Signore gli ebbe parlato…
Corano VII. Al-A'râf, 143
Lo chiamammo dalla parte destra del Monte e lo facemmo avvicinare in confidenza
Corano XIX. Maryam, 52
Di': "Se il mare fosse inchiostro per scrivere le Parole del mio Signore, di certo si esaurirebbe prima che si fossero esaurite le Parole del mio Signore…
Corano XVIII. Al-Kahf (La Caverna), 109
Anche se tutti gli alberi della terra diventassero calami, e il mare e altri sette mari ancora (fossero inchiostro), non potrebbero esaurire le parole di Allah. In verità Allah è eccelso, saggio.
Corano XXXI. Luqmân, 27
E crediamo che le Sue Parole siano le più perfette, veridiche nei propositi, giuste nella loro formulazione e molto piacevoli nella loro recitazione. Allah l'Altissimo dice:
La Parola del tuo Signore è veritiera e giusta ed esauriente…
Corano VI. Al-An'âm (Il Bestiame), 115
Ed Egli (SWT) ha detto:
E chi è più veritiero di Allah?
Corano IV. An-Nisâ' (Le Donne), 87
6
6
E crediamo che il Sublime Corano sia la Parola di Allah l'Altissimo mediante la quale Egli si è espresso realmente. Egli (SWT) l'ha pronunciato dinanzi all'angelo Jibrîl (Gabriele), e questi l'ha fatto scendere sul cuore del Profeta (SallaAllahu 'alayhi waSallam).
Di': "Lo ha fatto scendere lo Spirito di Santità con la verità (inviata) dal tuo Signore…"
Corano XVI. An-Nahl (Le Api), 102
In verità esso (il Corano) è davvero ciò che il Signore dei mondi ha rivelato, è sceso con esso lo Spirito fedele, sul cuore tuo, affinché tu fossi un ammonitore in lingua araba esplicita.
Corano XXVI. Ash-Shu'arâ' (I Poeti), 192-195
E crediamo che Allah (SWT) sia al di sopra delle Sue creature nella Sua essenza e nei Suoi attributi, secondo la Parola dell'Altissimo:
…Egli è l'Altissimo, l'Immenso.
Corano II. Al-Baqara (La Giovenca), 255
E la Sua Parola:
Egli è Colui che prevale sui Suoi servi, Egli è il Saggio, il ben informato
Corano VI. Al-An'âm (Il Bestiame), 18
E crediamo che Egli (SWT)
…creò i cieli e la terra, quindi Si innalzò sul Trono a governare ogni cosa…
Corano X. Yûnus (Giona), 3
Il Suo innalzarsi sul Trono vuol dire che Egli (SWT) è al di sopra del Trono nella Sua Essenza, e questo stabilirsi è particolare e riguarda la Sua grazia, la Sua Maestà e la Sua gloria. Nessuno può conoscere il modo (in cui ciò avvenga), tranne Lui.
E crediamo che Egli (SWT) sia con le Sue creature nello stesso tempo in cui Si trova sul Suo Trono; conosce la loro situazione, ascolta le loro parole, vede i loro atti e amministra tutte le cose che le riguardano, provvede alla sussistenza del povero, accorda al bisognoso, dona l'autorità a chi vuole, strappa l'autorità di chi vuole, accorda la potenza a chi vuole ed umilia chi vuole. Detiene il bene nella Sua mano ed è capace di tutto. E Colui i Cui attributi sono citati sopra, è certamente con le Sue creature con la Sua scienza, anche se è certamente al di sopra di loro sul Suo Trono nella Sua essenza.
…Niente è simile a Lui. Egli è l'Audiente, Colui che tutto osserva.
 
 
 
 
Corano XLII. Ash-Shûrâ (La Consultazione), 11
E noi non diremo mai come gli Haluliti e gli Jahimiti, e altri che sostengono che Allah (SWT) sia con le Sue creature sulla terra nella Sua Essenza.
E riteniamo che, chiunque sostenga tali affermazioni sia miscredente o sviato, poiché ha attribuito ad Allah (SWT) ciò che non Gli compete.
E crediamo a ciò di cui ci ha informati il Suo Messaggero, Muhammad (SallaAllahu alayhi waSallam) al Suo proposito; crediamo che Egli scenda ogni notte, nel suo ultimo terzo, al cielo più basso. Egli (SWT) dice allora: "A chi Mi invoca, Io esaudirò la sua richiesta; a chi Mi domanda, Io elargirò; a chi Mi chiede perdono, lo concederò" (riferito da Abu Hurayra (r), riportato da Bukhari e Muslim).
E crediamo che Allah (SWT) verrà il Giorno della Resurrezione per essere il Giudice Supremo tra i Suoi servi. Allah, Gloria a Lui, l'Altissimo, ha detto:
No, quando la terra sarà polverizzata, in polvere fine, e verranno il tuo Signore e gli angeli schiere su schiere, in quel Giorno sarà avvicinato l'Inferno, in quel Giorno l'uomo si rammenterà. Ma a cosa gli servirà rammentarsi?
Corano LXXXIX. Al-Fajr (L'Alba), 21-23
E crediamo che Egli (SWT) sia:
Colui che fa (tutto) ciò che vuole
Corano LXXXV. Al-Burûj (Le Costellazioni), 16
E crediamo che la Sua volontà si suddivida in due categorie:
 una volontà universale: si realizza, attraverso di essa, ciò che Egli (SWT) vuole, e ciò non implica forzatamente che Egli (SWT) ami la cosa realizzata. Allah l'Altissimo dice:
Se Allah avesse voluto, non si sarebbero uccisi tra loro; ma Allah fa quello che vuole
Corano II. Al-Baqara (La Giovenca), 253
Il mio consiglio sincero non vi sarebbe d'aiuto, se volessi consigliarvi mentre Allah vuole traviarvi. Egli è il vostro Signore e a Lui sarete ricondotti
Corano XI. Hûd, 34
 Una volontà giuridica: essa non implica forzatamente che la cosa voluta si realizzerà. Ma tale cosa è sempre amata da Allah (SWT). Allah l'Altissimo dice:
Allah vuole accogliere il vostro pentimento, mentre coloro che seguono le passioni vogliono costringervi su una china pericolosa
Corano IV. An-Nisâ' (Le Donne), 27
 
 
 
 
 
 
E crediamo che le Sue volontà, universale e giuridica, siano rette dalla Sua saggezza, dunque tutto ciò che Egli (SWT) decreta universalmente o prescrive come atti di culto ai Suoi servi giuridicamente, avvenga per un motivo e derivi dalla Sua saggezza, sia che noi ne comprendiamo la ragione oppure no.
Non è forse Allah il più Saggio dei giudici?
Corano XCV. At-Tîn (Il Fico), 8
Chi è migliore di Allah nel giudizio, per un popolo che crede con fermezza?
Corano V. Al-Mâ'ida (La Tavola Imbandita), 50
E crediamo che Allah l'Altissimo ami i Suoi eletti, e che questi ultimi Lo amino.
Di': "Se avete sempre amato Allah, seguitemi. Allah vi amerà…"
Corano III. Âl-'Imrân, 31
O voi che credete, se qualcuno di voi rinnegherà la sua religione, Allah susciterà una comunità che Lui amerà e che Lo amerà…
Corano V. Al-Mâ'ida (La Tavola Imbandita), 54
…Allah ama i perseveranti
Corano III. Âl-'Imrân, 146
E giudica tra loro con giustizia, ché Allah ama i giusti
Corano V. Al-Mâ'ida (La Tavola Imbandita), 42
E crediamo che Allah l'Altissimo sia soddisfatto di tutto ciò che Egli (SWT) ha autorizzato come atti e parole, e che Egli (SWT) detesti tutto ciò che ha proibito:
Se siete miscredenti, (sappiate che) Allah è Colui che basta a Se Stesso, ma non accetta la miscredenza dei Suoi servi. Se invece siete riconoscenti Se ne compiace…
Corano XXXIX. Az-Zumar (I Gruppi), 7
…ma Allah ha disdegnato la loro partenza: li ha impigriti. Venne detto loro: "Statevene in compagnia di quelli che rimangono (a casa)"
Corano IX. At-Tawba (Il Pentimento), 46
 
 
 
 
E noi crediamo che Allah l'Altissimo accordi la Sua soddisfazione ai Credenti e a coloro che compiono le opere buone
…Allah si compiace di loro e loro si compiacciono di Lui. Ecco (cosa è riservato) a chi teme il suo Signore.
Corano XCVIII. Al-Bayyina (La Prova), 8
E crediamo che Allah l'Altissimo si adiri contro coloro che hanno meritato la Sua collera, tra i miscredenti e gli altri:
e per castigare gli ipocriti e le ipocrite, gli associatori e le associatrici che hanno una cattiva opinione di Allah. Che la sventura si abbatta su di loro! Allah è adirato contro di loro…
Corano XLVIII. Al-Fath (La Vittoria), 6
…e a chi si lascia entrare in petto la miscredenza; su di loro è la collera di Allah e avranno castigo terribile.
Corano XVI. An-Nahl (Le Api), 106
E crediamo che Allah l'Altissimo possieda un Volto Maestoso e Nobile.
(solo) rimarrà il Volto del tuo Signore, pieno di Maestà e di Magnificenza
Corano LV. Ar-Rahmân (Il Misericordioso), 27
E crediamo che Allah l'Altissimo possieda Due Mani generose e immense.
…Le Sue (Due) mani sono invece ben aperte: Egli dà a chi vuole…
Corano V. Al-Mâ'ida (La Tavola Imbandita), 64
Non hanno considerato Allah nella Sua vera realtà. Nel Giorno della Resurrezione, di tutta la terra farà una manciata e terrà ripiegati i cieli nella Sua Mano destra. Gloria a Lui, Egli è ben al di sopra di quel che Gli associano!
Corano XXXIX. Az-Zumar (I Gruppi), 67
E crediamo, ugualmente, che Allah l'Altissimo possieda Due Occhi veri, secondo la Sua Parola:
Costruisci l'Arca sotto i Nostri occhi e secondo la Nostra rivelazione…
Corano XI. Hûd, 37
 
 
 
 
E il Messaggero di Allah (s) disse: "Il Suo velo è luce. Se Egli lo levasse, la Luce del Suo Volto brucerebbe ogni creatura che si trovasse a passare di là" (riferito da Abû Mûsâ al-Asharî (r), riportato da Muslim).
Le genti che seguono la Sunnah sono concordi nel ritenere che i Suoi Occhi siano due, e ciò in riferimento alle parole del Profeta Muhammad (s) concernenti l'Anticristo (Dajjâl): "Egli (l'Anticristo) è orbo e, certamente, il vostro Signore non è orbo" (riferito da Anas (r), riportato da Bukhârî e Muslim).
E crediamo, per ciò che riguarda Allah l'Altissimo, che
Gli sguardi non Lo raggiungono, ma Egli scruta gli sguardi. E' il perspicace, il Ben Informato.
Corano VI. Al-An'âm (Il Bestiame), 103
E crediamo che i Credenti vedranno il loro Signore nel Giorno della Resurrezione.
In quel Giorno ci saranno dei volti splendenti, che guarderanno il loro Signore
Corano LXXV. Al-Qiyâma (La Resurrezione), 22-23
E crediamo che nulla somigli ad Allah l'Altissimo, poiché i Suoi Attributi sono perfetti.
Niente è simile a Lui. Egli è l'Audiente, Colui che tutto osserva.
Corano XLII. Ash-Shûrâ (La Consultazione), 11
E crediamo che
…Non Lo prendon mai sopore né sonno…
Corano II. Al-Baqara (La Giovenca), 255
poiché la Sua esistenza e la Sua consistenza sono perfette.
E crediamo che Egli (SWT) non commetta alcuna ingiustizia verso nessuno, perché la Sua Giustizia è perfetta…
E che Egli (SWT) non ignori affatto gli atti dei Suoi servi, poiché la Sua vigilanza è perfetta ed Egli (SWT) cinge ogni cosa col Suo Sapere.
E crediamo che nessuna cosa possa ridurre l'autorità di Allah (SWT), che si trovi nei cieli o sulla terra, poiché il Suo Sapere e la Sua Potenza sono totali.
Quando vuole una cosa, il Suo ordine consiste nel dire "Sìì" ed essa è
Corano XXXVI. Yâ-Sîn, 82
E che nessuna fatica né esaurimento Lo possano cogliere, poiché la Sua forza è perfetta.
 
 
 
 
Già creammo i cieli, la terra e quel che vi è frammezzo in sei giorni, senza che Ci cogliesse fatica alcuna
Corano L. Qâf, 38
E crediamo all'affermazione di tutto ciò che Allah (SWT) Si è imposto, così come di ciò che il Suo Messaggero (s) ha detto di Lui, a proposito dei Suoi Nomi e attributi. Ma rinneghiamo due principi molto contestati e che sono da evitare:
 L'antropomorfismo (at-Tamthîl wa-t-Tashbîh): il fatto di dire nel proprio cuore o con la lingua che gli attributi di Allah l'Altissimo assomiglino a quelli delle Sue creature;
 L'interpretazione (at-Takyîf): il fatto di dire nel proprio cuore o con la lingua che gli attributi di Allah sono in questo modo o in un altro
E crediamo alla negazione di tutto ciò che Allah (SWT) ha negato riguardo a Se Stesso, o che il Suo Messaggero Muhammad (s) ha negato riguardo a Lui, e che questa negazione implica l'affermazione del contrario e la sua perfezione. E stiamo zitti su tutto ciò a proposito di cui Allah (SWT) ha taciuto, così come il Suo Messaggero (s).
E pensiamo che seguire questa via è certamente un dovere e un obbligo, poiché ciò che Allah (SWT) ha affermato o negato a proposito di Se Stesso è un'informazione attraverso la quale Egli ci informa al Suo riguardo; ed Egli è il più adatto a parlare di Se Stesso; la Sua parola è veridica e la sua narrazione è la più bella, e i servi non possono comprenderLo con la loro scienza.
E ciò di cui il Messaggero (s) ci ha informati affermando o negando qualcosa al Suo riguardo è un'informazione mediante cui egli (s) ci ha edotti sul suo Signore; ed egli (s) è il più ragguagliato, il più sincero e il più leale tra le creature, il più veridico e il più eloquente di tutte loro.
Infine, nelle parole di Allah l'Altissimo e del Suo Messaggero, Muhammad (s), si trovano il sapere, la verità e la chiarezza. Conseguentemente, non esiste alcuna scusa valida per rifiutarle.

Related Articles with La Fede in Allah l'Altissimo