La luce della luna è luce riflessa

Site Team

Le prime civilizzazioni credevano che la luna illuminasse di luce propria. La scienza ora ci dice che la natura della luce della luna è riflessa. Tuttavia questo fatto è stato accennato nel Corano 1400 anni fa nel seguente versetto:

"Benedetto Colui che ha posto in cielo le costellazioni, un luminare e una luna che rischiara!" [ Corano, Interpretazione del significato,Sura XXV, Al-Furqân, Il Discrimine, v.61]

 

La parola araba che si usa per il sole nel Corano, è shams. Si riferisce come siraaj, che significa 'una torcia 'o come wahhaaj che significa 'una lampada ardente ' o come diya che significa 'la gloria splendente '. Tutte e tre le descrizioni sono adatte al sole, poiché genera il calore e la luce intensa dalla relativa combustione interna. La parola araba per luna è qamar ed è descritta nel Corano come muneer, che è un corpo che dà la luce nur . Di nuovo, la descrizione coranica si abbina perfettamente con la naturaallineare della luna, che non emana la luce in se ed è un corpo inerte che riflette la luce del sole. Non una volta nel Corano, la luna è accennata come siraaj, wahhaaj o diya o il sole come nur o muneer. Ciò implica che il Corano riconosca la differenza fra la natura di luce solare ed il chiaro di luna.

 

Considerate i seguenti versetti relativi alla natura della luce dal sole e dalla luna: "E’ Lui che ha fatto del sole uno splendore e della luna una luce" [ Corano,Interpretazione del significato, Sura X, Yûnus, Giona, v.5]

 

"Non avete considerato come Allah ha creato sette cieli sovrapposti e della luna ha fatto una luce e del sole un luminare?" [ Corano, Interpretazione del significato,  Sura LXXI, Nûh, Noè, vv.15-16 ]

 

Related Articles with La luce della luna è luce riflessa