Le regole da osservare per ciò che riguarda i Nomi e gli attributi divini

Site Team

 

Le regole da osservare per ciò che riguarda
 
 
i Nomi e gli attributi divini
 
E in tutto ciò che abbiamo citato tra gli attributi di Allah l'Altissimo, in maniera globale o dettagliata, per affermazione o negazione, noi siamo sulla via del Corano e della Sunnah del nostro Profeta Muhammad (s). E siamo anche sul cammino dei Pii Predecessori (as-Salaf) della Ummah, e degli A'imma4 della guida, venuti dopo di loro.
E pensiamo che sia obbligatorio lasciare i testi del Libro e della Sunnah a questo proposito sul loro senso apparente, e di rapportarli alla loro verità rivelata così come conviene alla grazia di Allah, Gloria a Lui, l'Altissimo.
E rinneghiamo la via intrapresa dai deviatori di questi testi; coloro che li hanno deviati dal loro senso, contrariamente a ciò che Allah (SWT) e il Suo Profeta (s) hanno voluto.
E rinneghiamo anche la via dei negatori di questi testi, coloro che li hanno discostati dal senso voluto da Allah (SWT) e dal Suo Profeta (s).
E rinneghiamo la via intrapresa da coloro che interpretano i Suoi attributi, riferendosi all'antropomorfismo (at-Tamthîl) e rimodellando il senso apparente con l'interpretazione (at-Takyîf).
E sappiamo per scienza certa che ciò che è stato rivelato da Allah l'Altissimo o nella Sunnah del Suo Profeta (s) è verità, e che non esiste la minima contraddizione in tutto ciò che è stato rivelato, basandoci sulle parole dell'Altissimo:
Non meditano sul Corano? Se provenisse da altri che da Allah, vi avrebbero trovato molte contraddizioni
Corano IV. An-Nisâ' (Le Donne), 82
4 Plur. di Imam
 
 
Contraddizioni nei versetti rivelati implicherebbero il fatto che la rivelazione non fosse altro che menzogna, e ciò è impossibile riguardo alle dichiarazioni di Allah (SWT) e del Suo Messaggero (s).
In quanto a colui che pretenda che nel Libro di Allah l'Altissimo o nella Sunnah del Suo Messaggero (s), o tra queste due, esistano contraddizioni, ciò è il risultato della sua malafede e dello sviamento del suo cuore. Che si penta dunque presso Allah, Gloria a Lui l'Altissimo, e che abbandoni questo traviamento.
In quanto a colui a cui sembri di scoprire una contraddizione nel Libro di Allah, Gloria a Lui, l'Altissimo, o nella Sunnah del Suo Messagero (s), o tra le due, ciò proviene dalla sua mancanza di Sapere, o da una cattiva comprensione, o ancora da una riflessione insufficiente. Che compia dunque delle ricerche, che accresca la sua riflessione e la sua concentrazione, finché la Verità gli appaia chiara; e se la cosa ancora non gli è chiara, allora che la rimetta ad Allah l'Onnisciente, e che smetta di pensare a ciò che gli sembra essere, e che dica ciò che dicono le persone consolidate nella scienza:
Noi crediamo: tutto viene dal nostro Signore
Corano III. Âl-'Imrân, 7
E che sappia che né nel Libro, né nella Sunnah, né tra i due, esiste alcuna contraddizione o divergenza

Related Articles with Le regole da osservare per ciò che riguarda i Nomi e gli attributi divini