Prove scritturali per la sua denominazione

Site Team

Prove scritturali per la sua denominazione

Ovviamente il nome della vera religione di Dio dovrebbe essere contenuto nella scrittura della religione stessa. Se si guarda alle Scritture cristiane, ad esempio, non si trova che Gesù abbia mai detto ai suoi seguaci: "Voi siete cristiani".  L’unico riferimento in tal senso lo si trova negli scritti di Paolo ai "seguaci di Cristo" in Antiochia. Fu solo dopo la scomparsa di Gesù che i cristiani adottarono tale nome. Analogamente non si trova nelle scritture giudaiche, né nella Torah né nei Salmi, alcun passo ove Dio abbia mai detto: "La vostra religione è il Giudaismo". Nemmeno esiste alcuna prova che il Buddha abbia mai detto ai suoi seguaci che la loro religione è il Buddismo. Se si suppone che le Scritture provengono da Dio, allora sarebbe logico ritenere che il nome della religione debba essere contenuto nella Scrittura stessa.  Se così non è, se ne può dedurre che si tratta di un’invenzione umana.


 Per converso, Dio annuncia chiaramente il nome "Islam" nel Corano:

“Oggi ho reso perfetta la vostra religione, ho completato per voi la Mia grazia e Mi è piaciuto darvi per religione l'Islam.” (Corano, 5:3)

In un altro versetto Dio reitera questo punto proclamando la validità dell’Islam ad esclusione di ogni altro culto:

“Chi vuole una religione diversa dall'Islam, il suo culto non sarà accettato e nell'altra vita sarà tra i perdenti” (Corano, 3:85).


Questo versetto stabilisce in modo chiaro il fatto che l’Islam è la vera religione.  Essendo la parola Islam un termine arabo, un’altra parola con lo stesso significato di “sottomissione alla volontà di Dio” avrebbe dovuto essere presente nelle Scritture più antiche.  Nelle lingue parlate alle diverse epoche di ciascuno dei profeti da Adamo in poi, termini equivalenti a quello di sottomissione avrebbero dovuto essere utilizzati per indicare la religione.  Il concetto di sottomissione si trova effettivamente negli scritti del Nuovo e dell’Antico Testamento: i profeti, Gesù incluso, hanno detto di fare la “volontà di Dio”.  Per esempio in Matteo 7:21 è riportato che Gesù abbia detto:

Nessuno di quelli che mi chiamano ‘Signore’ entrerà nel regno di Dio, ma solo colui che fa’ la volontà del Padre mio nel cielo

Tuttavia, il termine indicante "sottomissione" o "Islam" in Ebraico ed altre lingue della Rivelazione venne in seguito rimpiazzato da nomi di tribù come “Giudaismo” o nomi personali come “Cristianesimo”

Related Articles with Prove scritturali per la sua denominazione