Quarto Pilastro: Osservare il Digiuno nel Mese di Ramadan

Site Team

È un mese durante il quale i Musulmani osservano il digiuno, cioè si astengono dal mangiare, dal bere e dall'avere rapporti sessuali per ubbidienza ad Allah, dall'alba al tramonto. Il digiuno non è in vero una novità, perché era già prescritto in altre religioni, come ce lo ricorda Allah l’Altissimo: "O voi che credete, vi è prescritto il digiuno come era stato prescritto a coloro che vi hanno preceduto. Forse diverrete timorati." (Interpretazione del significato del Corano, Sura II, Al-Baqara, La Giovenca, v.183)

Lo scopo del digiuno non è tanto l'astensione dalle attività concrete dell'alimentazione e della soddisfazione del desiderio sessuale quanto l'astensione dal peccato sotto tutte le sue forme come la menzogna, la maldicenza, il tradimento, la truffa, l'inganno, la calunnia, le chiacchiere inutili ed altri vizi. Si sa che tutti questi vizi vanno evitati anche al di fuori del mese di Ramadan, ma purificandosi evitandoli scrupolosamente nel mese di Ramadan, è un’esigenza e anche una garanzia della validità del digiuno materiale stesso.

Il Profeta (che la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) disse in proposito: "Colui il quale non rinuncia alle menzogne nel dire e nel fare, Allah non ha bisogno che si astenga dal bere e dal mangiare." (Bukhari n° 1804)

Il digiuno è un gihad dell'anima che vince i suoi appetiti, desideri e passioni ed innalza il Musulmano a rinunciare ad ogni peccato nel suo dire e nel suo fare.

Il Profeta (che la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) disse: "Allah mi ha rivelato quello che segue: "Tutto l'operato del figlio di Adamo è per lui, tranne il digiuno che è fatto per Me ed Io lo retribuisco. Il digiuno è paradiso. Chi l'osserva deve astenersi dalle indecenze e mettersi nelle brighe, e se viene provocato, ingiuriato od offeso, risponda solo con "Sto digiunando." Per Allah Altissimo!, l'alito di chi osserva il digiuno è per Allah più gradevole del profumo del muschio. Chi digiuna è poi ricompensato doppiamente: prima con la gioia di romperlo al tramonto, poi con la gioia di portarlo ad Allah, il Giorno del Giudizio." (Bukhari n° 1805)

Il digiuno sviluppa inoltre il senso di compassione e solidarietà tra i Musulmani che sono così, più disposti a soccorrersi e ad aiutarsi a vicenda.

Related Articles with Quarto Pilastro: Osservare il Digiuno nel Mese di Ramadan