Re Davide lo chiamò ‚mio signore‛

Site Team

Re Davide lo chiamò ‚mio signore‛

Disse il Signore al mio signore: siedi alla Mia destra finché Io porrò i tuoi nemici come sgabello ai tuoi piedi (Salmi 110:1) Qui sono nominati due “signori”. Se il primo Signore (colui che parla) èDio, il secondo signore (a cui è rivolto il discorso) non può essere anch‟egli Dio, poiché David conosceva Un Solo Dio. Dovrebbe qundi leggersi così: “Dio disse al mio signore”. A chi si riferisce Davide quando dice “il mio signore”? La Chiesa sostiene che si tratti di Gesù. Ma Gesù stesso lo nega in Matteo 22:45; Marco 12:37 e Luca 20:41-44. Egli esclude se stesso da questo titolo, poiché era un figlio di David. Come potrebbe David chiamarlo “signore” se Gesùèun suo discendente? Gesù dice nel Vangelo di Luca: Ed egli disse loro: «Come mai si dice che il Cristo è Figlio di Davide? Poiché Davide stesso, nel libro dei Salmi, dice:"Il Signore ha detto al mio signore: 'Siedi alla mia destra, finché io abbia messo i tuoi nemici come sgabello dei tuoi piedi'". Davide dunque lo chiama Signore; come può essere suo figlio?» (Luca 20:41-44) Gesù deve aver dato una risposta, non inserita nei quattro Vangeli canonici, ma menzionata esplicitamente nel Vangelo di Barnaba, spiegando che la promessa era stata stretta con Ismaele e non con Isacco. Il “signore” di Davide era dunque Muhammad (sallAllahu „layhi waSallam). Perfino il lavoro di tutti i Profeti insieme è poca cosa in confronto a quanto fece Muhammad (sallAllahu „alayhi waSallam) in un breve periodo di 23 anni, e che è rimasto inalterato fino ad oggi.

Related Articles with Re Davide lo chiamò ‚mio signore‛