Significato di fede

Site Team

La fede è la miglior grazia che Dio abbia donato all’uomo; la fede è il credere in Allah e il riconoscimento che Egli è l’unica divinità, il Creatore, il Progettatore, Colui che tiene alto il cielo senza pilastri.

La fede consegue subito la certezza, che è l’opposto del dubbio che è invece l’antitesi della fede nell’unicità di Dio, perciò il credente deve essere pienamente convinto che Allah è, senza alcun dubbio, il Signore dell’universo.

Perché l’uomo sia credente si devono riscontrare in lui varie caratteristiche, tra cui:

1-     La fede nella presenza di Allah. A questo proposito mi sovviene una storia, il cui protagonista è l’Imam Abu-Hanifa e, caro lettore, desidero raccontartela. Riguardo ad Abu-Hanifa, pace su di lui, noto per la sua astuzia, si ricorda che un gruppo di atei si recò da lui e gli dissero: “Dimostraci che Allah esiste”, egli rispose: “Dunque lasciatemi riflettere…” poi soggiunse: “Penso ad una nave con un carico arrivata al porto di Degla, ad un certo punto la merce si è scaricata da sola e la nave se ne è andata senza timoniere”. “Come puoi dire una cosa del genere? Ciò è incredibile e non possiamo certo credervi” gli fu risposto, quindi Abu-Hanifa disse: “Se non ci credete, come potete credere che il sole, la luna, le stelle, il cielo, la terra possano esistere senza qualcuno che le abbia create?!”[1]

2-     Credere nella divinità di Allah: divinità è un termine che deriva dalla parola Dio e Dio significa Creatore, Padrone, Progettatore, questi tre sostantivi non possono fare a meno uno dell’altro. Egli è il Creatore che ha creato ogni cosa dal nulla e il Padrone, Colui che ha creato l’umanità e l’unico che la possiede così come è l’unico ad averle dato vita. Egli è il Progettatore di ogni cosa e questo per approvazione anche dei politeisti, infatti se viene loro posta la domanda: “Chi progetta ogni cosa?” essi rispondono: “Allah è l’unico progettatore”.

3-     Credere nell’unicità dell’essenza divina di Dio, cioè credere che Allah è il vero Dio e che nessuno Gli è socio in ciò, né regno vicino né profeta inviato, e infatti l’appello di tutti i profeti, dal primo all’ultimo, era quello di: “Non c’è altro Dio che Allah”. Se qualcuno crede nella presenza di Allah, crede in Lui come divinità, ma adora assieme a Lui qualcuno o qualcos’altro, allora costui non crede in Dio fino a che non riconosca l’unicità di Dio, l’Altissimo.

4-     Il credere negli appellativi e negli attributi di Allah; è dovere per chi crede in Allah riconoscere gli appellativi e i nomi, in conformità alle parole di Dio, Potente e Sommo, Egli, l’Altissimo, infatti, afferma: “E Dio possiede i nomi più belli, invocateLo, dunque, con quei nomi.

     [Sura del Limbo: 180]

 

Se queste sono le condizioni necessarie al musulmano per essere credente, allora, chiediamo a Dio di donarci la fede.



[1]I principi della fede nella luce del Libro e della Sunna”, gruppo di studiosi, pubblicato dal ministero delle relazioni islamiche, dal ministero ei Waqf e dalla propaganda missionaria, direzione Regno dell’Arabia Saudita, prima stampa, 1421 calendario islamico

Related Articles with Significato di fede